A due settimane dalla conclusione dei Mondiali under 20, Edoardo Luperi (nella foto Bizzi, ndr) fa la voce grossa in Coppa del Mondo Senior, raggiungendo la finale a otto in Corea del Sud. Tra gli altri Azzurri meglio di lui solo Andrea Cassarà (continua....)

 

Non era soddisfatto di come aveva concluso la sua parentesi giovanile in Croazia. Nonostante la vittoria a squadre che non aveva mai raggiunto, l'amaro in bocca per come era andata nell'individuale gli aveva lasciato dentro tanta voglia di riscatto.

La soddisfazione piena non è arrivata, ma il passo avanti compiuto dal poliziotto livornese domiciliato presso l'Accademia della Scherma Livorno con questo sesto posto è stato molto importante e significativo.

Edoardo ha affrontato la gara coreana superando le insidie del primo giorno dedicato alle qualificazioni senza incertezze, anche se per una sola posizione nel seeding provvisorio si è trovato a dover superare un avversario con un turno di eliminazione diretta. Situazione sempre pericolosa che nella tappa di Venezia gli era costata cara.

Nella giornata di oggi dedicata all'eliminazione diretta, ha da prima superato il fiorettista di Hong-Kong Cheung nei trentaduesimi abbastanza agevolemnte, per poi imbattersi nel famigerato concittadino Andrea Baldini (n° 2 della gara, vincitore quest'anno a Parigi e Bonn) già nei sedicesimi, che ha comunque superato 15-9.

La corsa di Edoardo è proseguita a spese del russo Kovansky superato 15-14 negli ottavi, per poi arrestarsi ai piedi del podio contro il transalpino Le Pechoux col punteggio di 11-15, complice un attacco di crampi che ha assalito l'allievo del M° Marco Vannini.

"Sono stato condizionato dai crampi nel match per il podio a causa di una sofferenza generale che mi porto dietro da quando siamo arrivati qui - ha spiegato Edoardo, cha ha poi proseguito - purtroppo ho lottato con il fuso che questa volta si è fatto sentire pesantemente. Comunque mi sono reso conto che il passo avanti compiuto è molto importante perchè non era facile arrivare fino a dove sono arrivato con il tabellone che avevo. Prendo questo piazzamento come uno stimolo che mi sarà di aiuto la prossima settimana in Giappone"

Infatti, la truppa Azzurra terminata la trasferta coreana che vedrà in pedana anche le donne proseguirà per i maschi a Tokyo e per le ragazze a Shanghai dove raggiungerà le colleghe acnhe la nostra Olga Calissi, che domani sarà in pedana ad Ancona ai C.ti Italiani under 23.

Erano presenti, invece, in Corea e non proseguiranno per Tokyo anche gli Accademisti Alessandro Paroli e Tommaso Lari che purtroppo non hanno ottenuto prestazioni di rileivo.

Sempre a Seoul da segnalare che la gara è andata all'Azzurro Andrea Cassarà che ha salito il più alto gradino del podio, prevalendo su Le Pechoux, l'altro francese Mertine e il cinese Li Hua. Gli altri italiani, Luperi a parte, si sono stoppati Valerio Aspromonte negli ottavi (11esimo), Andrea Baldini (17esmio), Lorenzo Nista (21esimo) e Alessio Foconi (22esimo) nei sedicesimi e nei trentaduesimi Giorgio Avola (37esimo). Avevano abbandonato la gara già nella fase a gironi del primo giorno Tobia Biondo, Martino Minuto e Daniele Garozzo.